Scuola dell'Infanzia

Chiara

Sezione verde

Silvia

Sezione gialla

Katia

Sezione verde

Sara

Sezione gialla

le classi

Le classi sono ciascuna fornite dei servizi e degli spogliatoi dedicati. L'ampio e luminoso spazio della "casa" è attrezzato con i tavoli, i giochi e l'angolo del sonno per facilitare l'immediata familiarità con gli ambienti

La piazza

Il salone comune è stato realizzato da maestranze specializzate su misura e su indicazione della Direzione. Rappresenta una piazza con le botteghe e la chiesa. Il luogo nel quale i papà e le mamme accompagnano i bambini alla scuola materna rappresenta lo spazio pubblico civile e richiama la vita quotidiana a cui le famiglie partecipano. Le classi in questo contesto rappresenteranno invece le case in modo che anche l'arredamento faccia da contesto all'attività educativa della scuola materna, tesa a giocare alla realtà per impararne le dinamiche e per acquisire in essa l'autonomia nelle funzioni di base

Parco giochi

Il prato, i giochi collettivi, la pavimentazione creata con un innovativo materiale drenante consente il gioco all'aperto dei bimbi della materna che la scuola intende favorire il più possibile

L'orto

L'orto è uno spazio dedicato all'attività di coltivazione di piccoli ortaggi e frutta. Laboratorio all'aperto è offerto sia alla scuola dell'infanzia che alla primaria. Molto amata dai bambini e seguita da un esperto l'attività nell'orto consente il contatto diretto con la natura, la meraviglia per i processi della crescita, lo sviluppo dell'osservazione scientifica e l'inìcremento della capacità di attesa dei tempi e delle stagioni. L'uomo fa tutto quel che è necessario per la crescita dei frutti, ma non tutto è in mano sua. Vi è sempre un fattore di imponderabilità... proprio come nella vita. 

La mensa

 Il servizio mensa è affidato a una società di catering accreditata che garantisce qualità del servizio nel rispetto della normativa di legge.Lo spazio è molto luminoso aperto sul cortile. In due turni diversi e in apposite aree viene utilizzata sia dalla materna che dalla primaria. A tavola insieme ai bambini si sono sempre anche le maestre che contribuiscono a rendere l'ora dei pasti un diverso momento educativo. I bambini vengono invitati a svolgere piccoli lavori di  autogestione che incentiva l'iniziativa e lo spirito di servizio.

Cortile

Il cortile è lo spazio dedicato al gioco che nella nostra scuola è guardato con particolare attenzione. Il gioco all'aperto in particolare crea delle condizioni di relazione molto diverse da quelle in classe e svela dinamiche interpersonali indispendabili per capire gli studenti. È anche il luogo delle relazini fra età diverse e classi diverse.

Giardino

Il giardino costituisce uno spazio verde alternativo al cortile per giochi più rilassanti. Leggermente rialzata sta la statua della Vergine Maria, ai cui piedi sgorga l’acqua della fontana fiorita È lì per ricordare sempre a tutti a chi affidiamo la protezione della nostra scuola. Il verde intorno ad essa è anche uno spazio prezioso per i genitori nei momenti di attesa o di incontro.

Da lunedi a venerdì

Entrata dalle ore 7.45 alle ore 9.00

Uscita dalle ore 15.45 alle ore 16.00

8.45 - 900.         Accoglienza.

Un momento dedicato al rito di passaggio dalla famiglia alla scuola. Gli angoli della classe sono luoghi privilegiatiin cui vengono allestiti apposite proposte

9 - 9.45.            Cerchio

Ci si conta, ci si racconta, chi c'è, chi manca, che giorno è, gliincarichi del giorno. La classe come una comunità affronta la giornata

9.45 - 10.45.     Attività

Laboratori e attività didattiche

10.45 - 11.30.   Gioco preferibilmente all'aperto

11.30 - 11.45.   Preparazione al pranzo

12 - 12.30.       Pranzo in mensa

momento dall'alto valore educativo che si svolge alla presenza e con l'aiuto di tutte e quattro le maestre. Ci si deve sentire come alla tavola di casa propria

13.30 - 15.       Riposo

A seconda dell'età o delle abitudini i bambini possono dormire nell'angolo del sonno appositamente predisposto in classe o svolgere attività tranquille

15.                Merenda

15.45 - 16.  Uscita

L'offerta formativa

La scuola dell’infanzia è il luogo dove il bambino può ancora permettersi di giocare alla realtà perché affiancato e accompagnato dall’adulto, ma soprattutto è il luogo dove il gioco permette al bambino di esercitarsi alla  realtà “anticipando”, in simulazioni che lo coinvolgono, le strutture dell’esperienza.

Anche per la scuola dell’infanzia valgono i cinque punti del cammino di conoscenza, ormai sperimentati in tanti anni di scuola primaria:

  • La meraviglia dell’inizio

L’inizio di qualsiasi cammino di esperienza sarà sempre un momento di meraviglia, di stupore, pensato proprio affinché il bambino riesca ad entrare nella proposta in modo naturale. 

  • L’argomentazione

La maestra aiuterà il bambino a trovare il nesso tra la proposta presentata e la sua realtà. “Cosa c’entra con te?”  E’ necessario che i bambini vivano in modo personale la proposta riconoscendone i tratti della loro quotidianità e dei loro affetti. 

  • Le abilità

Affinché al bambino rimanga memoria dell’esperienza fatta, la maestra proporrà di volta in volta lavori dai quali il bambino possa trarre soddisfazione riconoscendone un significato capace di coinvolgerlo personalmente.

  • La realizzazione finale

Al termine di ogni esperienza il docente aiuterà il bambino a realizzare un prodotto che è molto importante perché è il tramite attraverso il quale può “raccontare” a casa quello che ha fatto a scuola.  E il racconto prima che comunicazione è conoscenza.

  • La competenza

L’ultimo punto, che nella scuola primaria chiamiamo competenza, nella scuola dell’infanzia è, con maggior evidenza che in ogni altro grado di scuola, un imparare a vivere. E’ compito dell’insegnante, in questo cammino, osservare il bambino facendogli riconoscere le sue conquiste.

 

Come per la scuola primaria così per la scuola dell’infanzia tutte le attività proposte (gioco, disegno, ascolto delle storie, canto, cura di sé …) fanno parte di un progetto pensato e condiviso nel collegio docenti.