Scuola dell'Infanzia

L'offerta formativa

La scuola dell’infanzia è il luogo dove il bambino può ancora permettersi di giocare alla realtà perché affiancato e accompagnato dall’adulto, ma soprattutto è il luogo dove il gioco permette al bambino di esercitarsi alla  realtà “anticipando”, in simulazioni che lo coinvolgono, le strutture dell’esperienza.

Anche per la scuola dell’infanzia valgono i cinque punti del cammino di conoscenza, ormai sperimentati in tanti anni di scuola primaria:

  • La meraviglia dell’inizio

L’inizio di qualsiasi cammino di esperienza sarà sempre un momento di meraviglia, di stupore, pensato proprio affinché il bambino riesca ad entrare nella proposta in modo naturale. 

  • L’argomentazione

La maestra aiuterà il bambino a trovare il nesso tra la proposta presentata e la sua realtà. “Cosa c’entra con te?”  E’ necessario che i bambini vivano in modo personale la proposta riconoscendone i tratti della loro quotidianità e dei loro affetti. 

  • Le abilità

Affinché al bambino rimanga memoria dell’esperienza fatta, la maestra proporrà di volta in volta lavori dai quali il bambino possa trarre soddisfazione riconoscendone un significato capace di coinvolgerlo personalmente.

  • La realizzazione finale

Al termine di ogni esperienza il docente aiuterà il bambino a realizzare un prodotto che è molto importante perché è il tramite attraverso il quale può “raccontare” a casa quello che ha fatto a scuola.  E il racconto prima che comunicazione è conoscenza.

  • La competenza

L’ultimo punto, che nella scuola primaria chiamiamo competenza, nella scuola dell’infanzia è, con maggior evidenza che in ogni altro grado di scuola, un imparare a vivere. E’ compito dell’insegnante, in questo cammino, osservare il bambino facendogli riconoscere le sue conquiste.

 

Come per la scuola primaria così per la scuola dell’infanzia tutte le attività proposte (gioco, disegno, ascolto delle storie, canto, cura di sé …) fanno parte di un progetto pensato e condiviso nel collegio docenti.